Costruzione Artificiali Artigianali

Torrente Gorzente

Introduzione

Pescabile per tutto il corso, dal Lago Bruno fino alla sua confluenza nel Piota, nei pressi del limite del Parco di Capanne di Marcarolo. Nasce come emissario del Lago Bruno per terminare il proprio corso confluendo nel Piota. Il torrente, pur risentendo di qualche problema nei periodi di secca, in particolar modo nella parte alta, resta tuttavia uno dei corsi d'acqua piu' interessanti (pescatoriamente parlando) del basso piemonte.  L'alveo del torrente e' pressoche' intatto, molto pittoresco nella parte alta dove, in alcuni tratti,  le cascatelle si susseguono a ripetizione, formando una linea spezzata sui monti da cui il Gorzente scende. Nella parte bassa il torrente forma i Laghi della Lavagnina, in effetti, nella parte bassa le buche diventano piu' lunghe e talvolta profonde ed anche i raschi di allungano. La parte alta del torrente  scorre in uno scenario veramente selvaggio ed e' molto poco praticata: per chi ama una natura incontaminata (anche se spesso non facilmente accessibile)  una risalita in tale tratto e' sicuramente la passeggiata ideale.

torrente gorzente pesca trote

Giudizio

Ottimo per quanto riguarda la qualità delle acque ed eccezionale la qualita' del pesce. Anche le dimensioni e la frequenza delle catture e' apprezzabile. Le catture avvengono sia nell'ambito del selvatico, sia in quello degli esemplari di lancio, talvolta inselvatichiti da una positiva permanenza in torrente.

Varietà di pesci presenti

Trota fario, trota iridea di lancio ed autoctona,  vairone, barbo comune, barbo canino, cavedano, alborella.

torrente gorzente pesca trote

Semine effettuate

Le semine avvengono a cura della Provincia di Alessandria costituiti prevalentemente da trote fario di varie  dimensioni, comprese quelle da cattura. Le semine degli esemplari di misura avvengono prevalentemente in occasione dell'apertura nel tratto da 1 km sotto l'ultimo lago della Lavagnina a scendere, fino alla confluenza con il Piota. Altre semine vengono effettuate dalle società di pesca sportiva risiedenti in loco.

Particolarità di rilievo

Prestare la massima attenzione nell'evitare, nella parte alta, di insistere troppo, in mancanza di segnali circa la presenza di pesce, su un tratto di torrente. Infatti parecchi tratti della parte alta vanno periodicamente in secca, pertanto e' possibile che siano totalmente sprovvisti di specie ittiche.  Per una pesca efficace e' opportuno riuscire ad identificare quei tratti dove, sia pure in maniera esigua, l'acqua e' presente anche nei periodi di maggiore siccita'.

Difficoltà

Le rive nella parte alta sono spesso totalmente inaccessibili; consiglio: meglio risalire il torrente anche per lunghi tratti che affrontare una discesa improvvisata che potrebbe conclusersi con rovinosi capitomboli.

torrente gorzente pesca trote

Tecniche di pesca

La parte alta si presta bene allo spinning con artificiali leggeri ed alla mosca. Praticabile anche le tecniche con esca naturale e montature leggerissime, tuttavia con minori risultati a causa della trasparenza eccezionale delle acque. Nella parte bassa sono utilizzabili le medesime tecniche, tuttavia aumenta la redditivita' delle tecniche con esca naturale e diventano in alcune buche ed in alcuni raschi praticabili anche la passata e la moschiera (quest'ultima anche con risultati talvolta notevoli, sia in materia di dimensioni, che di continuita' di catture). Escluse totalmente (fatta eccezione per i Laghi della Lavagnina) tutte le tecniche a fondo. A causa della notevole limpidezza delle acque si consiglia , (sia nella parte alta che in quella bassa) l'uso di un filo abbastanza sottile  0,14, 0,16 max).

Posti consigliati

Il tratto sicuramente pescabile tutto l'anno e' quello sotto l'ultimo lago della Lavagnina, dove l'acqua e' sicuramente piu' abbondante e dove e' possibile incappare in parecchi esemplari di fario lanciate. Per una giornata di pesca invece nella parte alta un punto di partenza utilizzabile e' il ponte sul torrente stesso sito sulla strada per Capanne di Marcarolo.

Percorso, cartina e regolamenti

torrente gorzente pesca trote torrente gorzente pesca trote

Elenco delle più vicine uscite autostradali

Tracciato dal casello di Ovada (per il tratto a valle)

Uscendo dal casello di Ovada svoltare a destra in direzione dell'abitato di Ovada. Tenere sempre la destra, seguendo le indicazioni per Novi Ligure e Silvano d'Orba. Passare sul ponte sullo Stura e svoltare a destra in direzione Tagliolo /Lerma. Superare l'abitato di Tagliolo Monferrato sempre seguendo la direzione Lerma. Giungere nel paese di Casaleggio Borio e, invece di effettuare la curva e proseguire per la strada principale, andare dritti seguendo l'indicazione per i Laghi della Lavagnina. Al successivo bivio tenere la sinistra. Dopo circa 1km si inizia a costeggiare il Gorzente.   

Tracciato dal casello di Ovada (per il tratto a monte)

Uscendo dal casello di Ovada svoltare a destra in direzione dell'abitato di Ovada. Tenere sempre la destra, seguendo le indicazioni per Novi Ligure e Silvano d'Orba. Passare sul ponte sullo Stura e svoltare a destra in direzione Tagliolo /Lerma. Superare l'abitato di Tagliolo Monferrato sempre seguendo la direzione Lerma. Raggiungere l'abitato di Mornese e superarlo seguendo la direzione Bosio (unica possibile). Circa due km prima di giungere a Bosio, sulla destra, imboccare la strada (indicata) per Capanne di Marcarolo. Dopo un notevole numero di curve passere nel guado del  Gorzente.

Approdi

Nel tratto basso non vi sono particolari problemi ad avvicinarsi al torrente: e' raggiungibile da utilizzando una serie di passaggi presenti sul lato destro della strada e facilmente visibili. Nella parte alta, come gia' accennato in prima pagina, e' consigliabile, volendo raggiungere un punto preciso, avvicinare il torrente presso il guado e da li' discendere o risalire.

torrente gorzente pesca trote